2014 Dic 31

Buon fine anno !

Come ogni fine anno facciamo i migliori auguri di un prospero anno nuovo e che il vento di speranza continui a soffiare ..

Leggi tutto
2014 Ott 5

Memorias de Ballena

Ogni tanto un amarcord. Sono rimasto affezionato a questa produzione in corto realizzata nel 2003 con poche risorse se non il tempo per realizzarlo, prima di essere presentata al Notodo Film Festival di Canal Plus Spagna. Una manifestazione per cortometraggi lunghi non più di 5 min. La breve trama ruota sulla longevità del mammifero più grande del mondo, testimone delle temerarie imprese umane dalla conquista del Polo, alle incursioni degli u-boot tedeschi attraverso gli oceani, per essere spettatrice del criminale inquinamento dei mari, mediante l'inabissamento di fusti contenenti materiali radioattivi. Come in un diario il cetaceo annovera questi momenti e non retrocede neanche quando l'ostentazione dell'essere umano, pretende oltrepassare i propri limiti con fantasiose installazioni sottomarine, fino al punto che la sfida tra le nazioni militarizzate sfocia in un incidente tra sommergibili nucleari, con le conclusioni più imprevisibili e distruttive per l'interol genere umano. Grazie anche alle musiche di Ennio Morricone, il corto si vedeva con curiosità, anche se non abbiamo vinto alcun premio ma la maggior soddisfazione è stata nell'aver coinvolto una grande partecipazione d'internauti che hanno espresso a grandi numeri i loro commenti. Senza dubbio un'esperienza che ci ha fatto da trampolino per le successive produzioni, più professionali e con più mezzi a disposizione.

Leggi tutto
2013 Dic 15

The Zelios Towers

Zelios Towers è la prima website piattaforma HTML5 multimedia, multilingue dove è possibile navigare in orizzontale e verticale sempre a fullscreen. Visibilità garantita su Tablet e smartphone con display superiore a 768 px.

Vai al sito
2012 Nov 23

Tanti piccoli topini

Il topo più conosciuto del pianeta è ormai ultraottantenne e fa ancora guadagnare milioni di $ ai successori del suo creatore, Walt Disney, grazie ormai ad una costellazione d'attività inizialmente basate sull'intrattenimento, che poi si sono diversificate agli hotels, ristorazione e canali televisivi. Ma certamente gli incassi che apportò la prima pellicola con effetti sonori del 1930 fu la pietra miliare sulla quale si costruì l'impero economico, chiamata adesso Walt Disney company, in mano ancora in parte ai discendenti del volubile Walt, più volte accusato di filo-fascista e anti-semita, ma senza troppa convinzione, poi impegnato nel conflitto culturale contro l'Asse durante la seconda guerra mondiale. Senza dubbio un genio che catturò l'attenzione di milioni di bambini e persino adulti, con i suoi personaggi animati: da Biancaneve a Paperino, da Pippo a Lilli e il vagabondo, fino ai diritti di Pinocchio e all'ultimo grande successo cinematografico " I pirati dei Caraibi, la maledizione del forziere fantasma " con Johnny Deep. Tanto di capello all'eclettico Walt che ha catapultato Mickey Mouse, come un David contro il Goliat delle case produttrici hollywoodiane di allora. Quest'ultime capaci solo nel farsi superare da un minuscolo topolino e i suoi quattro sderenati amichetti, una debacle che è stata difficile e dura da superare. A quel tempo, c'era chi lavorava 14 ore al giorno a questo progetto e per trasformare in realtà il sogno americano, tanti uomini che tiravano del carro e non erano quasi mai quelli che ricevevano gli allori. Il mitico e furbacchione Walt l'aveva capito bene e faceva gestire tutto il massacrante lavoro a un disegnatore che era capace di realizzare 700 disegni di animazione al giorno, ovviamente di lui la Storia appena ne parla.

Leggi tutto
Già hai trovato qualcosa
che fa per te ?
Click Qui